[S]alta i menu di navigazione

Architettura e chiese

Architettura e chiese

Le chiese di Nostra Signora d'Itria, San Francesco da Paola, San Lussorio e della beata Vergine del Carmelo

Nostra Signora d'Itria
L'edificio, nel centro dell'abitato, ospitava la confraternita fondata il 28 maggio 1613. Il prospetto ascrivibile ad una interpretazione non colta di moduli barocchi, richiama quello della PietÓ per i terminali a doppia inflessione, ma Ŕ impreziosito da un campanile a vela con alte volute. Il portale richiama la tradizione aragonese dell'architrave con mensole, mentre sul lato sinistro Ŕ visibile la cornice di una finestra, in parte deteriorata, ma rivelante ancora modi seicenteschi.
L'interno molto semplice consta di due campate ricoperte in legno e canne con archi acuti di separazione. Il vano terminale, oggi deturpato dal tamponamento di archi d'accesso, Ŕ suddiviso in due vani voltati a botte, ciascuno con due nicchie; una reca un dipinto, rovinato, ma fresco e ingenuo con cherubini e la Pentecoste, l'altra ha decorazioni in stucco con cherubini e conchiglia.

San Francesco da Paola
La chiesa, cui era annesso un convento, fu sede dei Minimi fino all'emanazione della carta reale di Carlo Emanuele III (1767) che sopprimeva con questo anche gli ospizi di Assemini e Lula.
La facciata semplice e disadorna, prospettante su una piccola piazza, Ŕ conclusa da uno sproporzionato campanile a vela a tre luci. L'interno con archi a sesto acuto e copertura in legno mostra un altare affiancato da due aperture ad arco che immettono nella parte retrostante del vano presbiterale. All'altezza dell'ultima campata di destra si innesta una cappella con volta a botte unghiata, che reca dipinti interessanti, anche se non di mano accorta, con tralci vegetali, cherubini e figure allegoriche.

San Lussorio
Appartenente un tempo ad un convento di Frati Minori di S. Francesco d'Assisi, abbandonato nel 1644, ha una facciata dimessa ed animata soltanto dal piccolo campanile. La pianta presenta lo schema gotico-catalano con navata ad archi acuti e tavolato e presbiterio pi¨ stretto e rialzato, coperto a crociera. Sia l'altare che i bancali lungo i lati della chiesa sono ricavati in muratura. Sulla destra si apre una piccola sacrestia.

Vergine del Carmelo
Situata in un piccolo piazzale in pendio, ha facciata a capanna con un campanile a vela. L'interno Ŕ costituito da due corpi aggregati longitudinalmente, ma differenti per schema ed elementi costruttivi. L'anteriore Ŕ un'unica aula con rozze capriate lignee e incannucciato: con un arco a tutto sesto Ŕ collegata al secondo vano, rialzato di un gradino e voltato a botte con due unghie per lato. L'altare di fattura novecentesca Ŕ sovrastato da una nicchia ricavata nelle murature come i poveri arredi del vano presbiterale.

Chiesa San Lussorio
Chiesa San Lussorio
Chiesa San Francesco
Chiesa San Francesco
Chiesa Beata Vergine del Carmelo
Chiesa Beata Vergine del Carmelo
Pianta chiesa Sa Itria
Pianta chiesa Sa Itria

Banner pubblicitario

Benvenuti a Oliena
Banner pubblicitario
 Comune di Oliena | Via V. Emanuele, 4 - 08025 Oliena (NU) - Telefono 0784 280200 - Fax 0784 280206 | P. IVA 00156030918 | © 2008 by Creativamedia.it

Logo di conformità W3C XHTML 1.0 STRICT. Seguendo il link si richiede la validazione immediata al W3C.  Logo di conformità W3C CSS. Seguendo il link si richiede la validazione immediata al W3C.